La Dogana Vecchia porta il Bostrengo a Roma

A Roma, in occasione dei festeggiamenti dell’associazione culturale SenzaBarcode, abbiamo portato il Bostrengo.

La cultura è uno dei motori che muove la Dogana Vecchia e siamo stati felici di promuovere l’iniziativa dell’Associazione culturale SenzaBarcode che, venerdì 4 ottobre, a Roma, ha presentato il ricco programma culturale per la stagione 2019/2020.

Abbiamo voluto omaggiare tutti gli ospiti accorsi con il nostro Bostrengo -qui la ricetta- e l’entusiasmo del pubblico ha confermato, ancora una volta, che la nostra tradizione contadina “svuotacredenza” è apprezzata da molti

Per molti ospiti è stata una rivelazione, tanto che hanno promesso di cimentarsi nella preparazione. “E se non ci riusciremo vorrà dire che approfitteremo delle offerte Last Minute per conoscere la Dogana Vecchia”!

Di seguito il video della presentazione girato da Liberi.tv.

La piscina

Tra alberi da frutta, fiori e lo splendido panorama della Valle del Tevere.

Lasciare l’afa e il caos della città e lasciarsi avvolgere dai profumi e la quiete della Valle del Tevere. Un pomeriggio nell’esclusiva piscina della Dogana Vecchia e una notte di sonno ristoratore in uno degli appartamenti della Country house.

Approfittare delle offerte LastMinute è un regalo che meritate.

Weekend lastminute!

Alla Dogana Vecchia il relax è in offerta e LastMinute!

Prenotando dalle 18 di giovedì, sistemazione in bilocale o monolocale, arredati con letto matrimoniale, con uso illimitato della piscina, immersi nel verde della Valle del Tevere! L’intero weekend a 100€, la colazione non è compresa.

L’offerta LastMinute alla Dogana Vecchia è prenotabile solo dopo le 18 di giovedì. Pagamento in contanti al check-in. Il Check-out è differito alle 18 per gli ospiti che pranzeranno nel ristorante la domenica.

A due ore da Roma e lontani dall’afa della città. Senza traffico o rumori molesti.

È indispensabile prenotare al +393486494794

Pasqua alla Dogana Vecchia!

E dove altrimenti! Da Ghighetta tra il risveglio della natura e i menù della tradizione.

Le gemme sugli alberi, le giornate sempre più luminose, i profumi che avvolgono la Dogana Vecchia e il menù studiato da Ghighetta per la tua Pasqua! Tradizione ed emozione. La deguastazione avverrà su piatti della Collezione Dogana Vecchia Ristorante & Country House realizzati da Bizzirri. L’olio servito è prodotto da Sambuchi.

Si ricorda sempre che è necessario prenotare al 348 649 4794 – 075 969 7492 o via mail a info@doganavecchia.eu.

Il Menù della tradizione per il tuo pranzo di Pasqua

Antipasto classico della Dogana Vecchia
***
Pasta al forno di primavera
Cugni al ragù di salsiccia e fagioli
***
Arrosto misto di agnello, oca e pollo
Patate arrosto e verdura cotta
***
Ciaccia di Pasqua e Crema della nonna
***
Acqua, vino e caffè compresi. € 30,00


Condividi questa immagine tra i tuoi contatti.
Organizzate il vostro pranzo di Pasqua alla Dogana Vecchia.

La Fondazione Ghighetta e Gilberto Bucci

La Fondazione Ghighetta presenta l’artista Gilberto Bucci e le Sue opere con una tre giorni, alla Dogana Vecchia.

Venerdì 22 marzo, dalle 19:30, per l’anteprima, sabato 23 marzo, dalle 19:30, per l’inaugurazione e domenica 24 marzo, dalle 12:30, per discutere dell’idea del riuso che permea le Sue creazioni, cui seguirà l’esposizione che durerà fino a tutta domenica 28 aprile 2019 e che si terrà nei locali messi a disposizione dalla Dogana Vecchia Ristorante & Country House.

Durante la tre giorni, si discuterà dell’opera artistica di Gilberto Bucci, delle sue radici, del suo percorso e dei suoi sviluppi in più ambiti artistici, dalla pittura alla scultura alla letteratura. Il riuso come concetto portante dell’attività artistica che può estendere la sua contaminazione fondante ad ogni aspetto del vivere.

Dalle utopie concrete allo sviluppo economico del tessuto sociale

Oltre alla discussione interverranno all’evento culturale lettori che interpreteranno brani di letteratura in vernacolo e musicisti che renderanno in musica l’arte esposta. Alla Dogana Vecchia Ristorante & Country House, che già mette gratuitamente a disposizione i locali per gli eventi del 22, 23 e 24 marzo e per l’esposizione fino al 28 aprile 2019, è stato chiesto l’ulteriore sforzo di immaginare un menù, ad un prezzo contenuto, da degustare tra un discorso e l’altro, sempre secondo la logica del riuso, utilizzando nella preparazione metodi e materiali tipici della civiltà contadina, nella quale nulla deve essere sprecato e tutto utilizzato, riutilizzato, riproposto sotto altra forma.

Considerata la particolarità dell’attività nelle tre giornate l’accesso alla manifestazione è stato limitato ad un numero di persone (circa 40) che consenta di fruire al meglio l’esperienza, sotto tutti e cinque i sensi stimolati all’unisono, con l’ausilio della meccanica dei “quanti” affinchè la memoria emerga e nuova memoria si formi.

Il Presidente
della Fondazione Ghighetta

Gilberto Bucci. Parliamone

Domenica 24 marzo, dalle 12:30 alla Dogana Vecchia, si chiude la tre giorni di incontri con Gilberto Bucci. La mostra resta visibile sino al 20 aprile.

Parliamone, si conclude così la serie di incontri per conoscere meglio Buzzi e il progetto con i suoi fini: gli “inusati”.

Dopo l’aperitivo e la visita della mostra:

  • Utopie concrete. Il riuso, Karl-Ludwig Schibel.
  • L’artista si racconta, lettura autentica della sua arte.
  • La meccanica quantistica, sua influenza sulla concezione e sulle realizzazioni artistiche di Bucci. Marco Mandarini, divulgatore scientifico.
  • Folk N’roll dei GTO e Enzo Faloci canto e note registrate.

Per restare sempre aggiornati sulle iniziative della Dogana Vecchia e della Fondazione Ghighetta, compilare il form a fondo pagina.

I menù della tradizione

  • Aperitivo
  • Antipasto tipico della Dogana
  • Cugni al ragù di fagioli, salsiccia e cotica
  • Medaglioni di manzo all’intingolo classico
  • Patate e verdura cotta
  • Dolce della nonna Agnese
  • Caffè
  • Digestivo della casa
  • Vino e acqua compresi

€ 25,00         



Gilberto Bucci. Inaugurazione

Inaugurazione ufficiale della mostra di Gilberto Bucci. Sabato 23 marzo ore 19:30 alla Dogana Vecchia. Una iniziativa di Fondazione Ghighetta.

Si comincia alle 19.30, al via l’inaugurazione della personale. Coordinati da
Mirna Ventanni, ecco il programma degli eventi:

  • L’artista si racconta, lettura autentica della sua arte.
  • Riflessioni intorno al recupero della memoria che nelle opere di Bucci si traduce nel riutilizzo sistemico, Ermanno Bianconi.
  • Enzo Faloci, direttore di Umbria Export, peculiarità dell’alta valle umbra del Tevere, vocazione all’internazionalizzazione della sua imprenditoria. Con la fisarmonica, di cui è noto cultore, racconterà le sensazioni che la mostra antologica di Bucci gli ispira.

Per partecipare agli eventi della giornata del 24 marzo è indispensabile prenotare ai numeri 075-9697492 – 348-6494794 o via mail: info@doganavecchia.eu.

I menù della tradizione

  • Aperitivo
  • Antipasto tipico della Dogana
  • Cugni al ragù di fagioli, salsiccia e cotica
  • Medaglioni di manzo all’intingolo classico
  • Patate e verdura cotta
  • Dolce della nonna Agnese
  • Caffè
  • Digestivo della casa
  • Vino e acqua compresi

€ 25,00         



Gilberto Bucci. Anteprima

Venerdì 22 marzo dalle ore 19:30. Anteprima della personale di Gilberto Bucci alla Dogana Vecchia.

L’aperitivo segna il taglio del nastro, inizia così la visita della mostra di Gilberto Bucci. Le portate si succederanno a momenti intensi e significativi.

  • Presentazione del progetto, e dei suoi fini: gli “inusati”.
  • L’artista e le sue opere esposte, Gianfranco Pannacci.
  • L’artista si racconta, lettura autentica della sua arte.
  • Marcello Novelli, attore teatrale amatoriale del Gruppo di San Leo Bastia, legge alcuni brani in dialetto arcaico “del pièn de sotto”
  • Folk N’roll dei GTO, canta di ballate popolari, di storie antiche.

Musica inedita – legata al territorio – adatta a interpretare Bucci, il suo mondo e la sua espressione.

Per partecipare agli eventi delle giornate del 23 e 24 marzo è indispensabile prenotare ai numeri 075-9697492 – 348-6494794 o via mail: info@doganavecchia.eu.

I menù della tradizione

  • Aperitivo
  • Antipasto tipico della Dogana
  • Cugni al ragù di fagioli, salsiccia e cotica
  • Medaglioni di manzo all’intingolo classico
  • Patate e verdura cotta
  • Dolce della nonna Agnese
  • Caffè
  • Digestivo della casa
  • Vino e acqua compresi

€ 25,00         

A cena con i sensi, con i “quanti” e la memoria

Gilberto Bucci, esempio vivente, operante (il fare) e giocante (il piacere del fare) del “riuso”. 22, 23 e 24 marzo. Alla Dogana Vecchia, in mostra fino al 28 aprile.

La Fondazione Ghighetta e la Dogana Vecchia, hanno organizzato 3 giornate immersi nell’arte. Una personale a disposizione dei cittadini, con ingresso gratuito, fino al 28 aprile.

Per partecipare agli eventi delle tre giornate è indispensabile prenotare ai numeri 075-9697492 – 348-6494794 o via mail: info@doganavecchia.eu.

Prenderanno parte alle giornate:

  • Gilberto Bucci
  • Gianfranco Pannacci
  • Marcello Novelli
  • GTO
  • Mirna Ventanni
  • Ermanno Bianconi
  • Enzo Faloci
  • Karl-Ludwig Schibel
  • Marco Mandarini

Martedì grasso da Ghighetta!

Passa il Carnevale alla Dogana Vecchia. Mario ti regala l’accompagnamento musicale con i Let’s Connect.

Martedì 5 marzo alla Dogana Vecchia si festeggia il Carnevale con un menù speciale. Ti aspettiamo, dalle 20, la prenotazione è obbligatoria.

Menù

Antipasto della Dogana

Cugni al sugo di salsiccia, cotiche e fagioli

Padellata d’inverno

Patate al forno

Buffet di castagnole, di macedonia e panna

di castagne al vino

Esclusivamente su prenotazione – 25€